1. Grano dei morti: la ricetta pugliese per la commemorazione dei defunti
    Grano dei morti: la ricetta pugliese per la commemorazione dei defunti Il grano dei morti è un dolce antico di origini pugliesi, la cui ricetta si tramanda di generazione in generazione; viene tradizionalmente preparato in occasione della commemorazione dei defunti del 2 novembre. Ha radici popolari e l'utilizzo del grano richiama il tema della vita e della morte come ciclo naturale dell'esistenza umana. La ricetta è semplicissima e si realizza in pochi minuti: il grano, una volta cotto, viene mescolato a cioccolato fondente, gherigli di noce, vincotto e cannella, quindi viene fatto riposare in frigorifero per un'oretta: il risultato è un dessert rustico e genuino, da servire a fine pasto o da gustare a merenda. La festa dei defunti, in antichità, coincideva anche con il periodo delle ultime semine e, per ringraziare la terra dei frutti donati durante l'anno, si preparava questo dolce semplice e genuino per grandi e piccini. In sostituzione del vincotto – mosto fresco di uva cotto – potete utilizzare il malto d'orzo, di riso o il miele. La cannella, così come lo zucchero di canna, sono opzionali e possono essere aumentati o diminuiti in base ai vostri gusti personali. Potete sostituire la cannella con il cacao in polvere zuccherato, per un tocco decisamente più goloso, oppure con del cardamomo. Per la versione senza glutine, potete sostituire il grano cotto con il riso integrale o il grano saraceno. Se avete a disposizione del grano in chicchi, vi basterà metterlo in ammollo una notte intera e cuocerlo la mattina seguente in acqua bollente per circa 60 minuti. Dopodiché, fatelo raffreddare e procedete con la preparazione. Scoprite come realizzare il grano dei morti seguendo passo passo la nostra ricetta.